My Generation di Igort in libreria

my-generation-cover-defUn romanzo di iniziazione torrenziale e irriverente, di battesimi alla vita officiati da sacerdoti di una nuova religione, il punk, che travolge anche l’Italia, di ragazzi senza un quattrino trascinati dalla forza dei propri sogni: sogni di gloria, arte, musica e fumetto. Sogni di liberazione. Un racconto di formazione insieme iperrealista e surreale, magico, che attraversa gli anni di piombo, Pasolini, la fantascienza, l’astro nascente di David Bowie e di Lou Reed, la controcultura, Moebius, i viaggi in autostop, l’infanzia asfissiante ma indimenticabile in provincia, le fughe, le scoperte e le illuminazioni, le discese e le risalite esistenziali, Londra, la vita ai margini, Sid Vicious, Iggy Pop, Bologna, il Dams, ritrovo di orde di “studelinquenti”, Freak Antoni, Andrea Pazienza e Pier Vittorio Tondelli, il postmoderno, la new wave, e in mezzo la cronaca e la politica, la bomba alla stazione, i fiumi di eroina e i tanti amici rimasti travolti, l’omicidio di Francesca Alinovi, critica d’arte geniale e sofferente, la fine dell’innocenza… Sogni, miti, ambizioni e catastrofi di una stagione irripetibile, raccontati non per il gusto dell’amarcord ma per vedere come in uno specchio riflesso cosa siamo diventati. Come si è trasformata la nostra società, i valori in cui credere, la nostra vita.

My Generation di Igort, in libreria dal 10 novembre per Chiarelettere

Agenzia: Bookteller Eventi Letterari

Annunci

UNA RIVOLUZIONE SENTIMENTALE DI VIOLA ARDONE

ardone-una-rivoluzione-sentimentaleTutti hanno diritto alla propria Rivoluzione: Zelda, ricercatrice universitaria di buona famiglia, bella e colta, che si ritrova a insegnare in un oscuro liceo di provincia, e che non si è mai contaminata con la materia viscosa dell’amore; Nadia, sua collega di scuola dai capelli rosa e la moto nera e un desiderio tutto suo conficcato nel cuore; Giacomo, neurologo che ha in cura la madre di Zelda, convinto che le emozioni e i sentimenti siano solo zone del cervello che si illuminano o si spengono, seguendo le vie intricate delle connessioni neurali. E poi ci sono gli alunni del liceo scientifico di Scogliano: la discarica abusiva che intossica il loro paese non la vogliono più. Non sono tutti studenti modello, non sanno ancora quasi niente della vita, ma hanno appena iniziato a capire quello che non vogliono. Uno di loro ha un amico immaginario, a cui ha dato il nome di Donnie Tammaro. Ed è proprio Donnie Tammaro che finisce per diventare il leader immaginario e improbabile della Rivoluzione contro i rifiuti tossici sversati nelle terre di Scogliano. Zelda si crede una “cattiva maestra”, una che non ha niente da insegnare a questi ignorantissimi ragazzi. E invece loro saranno capaci di imparare cose che nemmeno lei sapeva di conoscere. E in cambio le insegneranno che una Rivoluzione è sempre possibile. Una Rivoluzione di cuore, di pancia e di testa. Una Rivoluzione sentimentale che prima o poi, arriva.

Una rivoluzione sentimentale di Viola Ardone, in uscita il 20 ottobre per Salani Editore

Ufficio Stampa/Eventi: Bookteller Eventi Letterari